Émonda

Trek: la linea di bici da strada di serie più leggera mai prodotta

Su tutti i modelli, ogni dettaglio di Émonda, dal design del telaio alla scelta di ogni singolo componente, ha lo stesso audace obiettivo: creare la linea di bici da strada di serie più leggere mai prodotte.

Tutte le bici della linea Émonda sono incredibilmente leggere e offrono delle doti sensazionali di equilibrio e maneggevolezza che portano le prestazioni di guida Trek su un livello completamente nuovo.

  1. Ultraleggera Émonda è la bici da corsa più leggera che spinge ancora più in là i limiti di peso e le prestazioni di guida.

  2. Tecnologia OCLV Carbon Nessuno produce il carbonio meglio di Trek. Solo il nostro processo OCLV è in grado di offrire un sistema completamente integrato che garantisce di ottenere la bici più leggera al mondo.

  3. Prestazioni calibrate sulle corse Émonda porta le prestazioni delle bici da corsa Trek ad un livello completamente nuovo. Il telaio da corsa in carbonio OCLV personalizzato offre un perfetto equilibrio tra rigidità e leggerezza.

  4. Garanzia a vita Per la sua bici da strada di serie più leggera Trek offre la migliore garanzia oggi disponibile a livello mondiale.

Cosa dicono

Se si confronta l’Émonda SLR8 con un'altra bici "hot" da 58 cm equipaggiata con Dura-Ace totalmente meccanico lanciata quest’estate - la 2015 S-Works Tarmac - salta subito all'occhio che l’Émonda SLR8 costa 800 dollari in meno ed è più leggera di 0,45 chili. Anche i ciclisti che potrebbero interessarsi meno a questo aspetto saranno entusiasti del peso ridotto della Émonda. L’Émonda è la bici più leggera che Trek abbia mai prodotto. Essa combina un brillante assetto stradale con dei pesi ultra-ridotti che non derivano da soluzioni estemporanee o da specifiche di telaio puramente pubblicitarie e prive di senso

ROAD Magazine - Numero 33

L’Émonda è davvero, davvero, una buona bici. Quando ci si alza sui pedali, la sensazione è come se qualcuno ti stesse spingendo. I freni reagiscono alla grande e mi è piaciuto soprattutto l'equilibrio tra anteriore e posteriore. I ciclisti di altre squadre commentavano sempre la bellezza di questa bici!

Haimar Zubeldia